A Palermo il colosso francese del bricolage

Aperto in viale Regione Siciliana Leroy Merlin. E' il secondo punto vendita in Sicilia

PALERMO. Quarantotto mila prodotti in 8.500 metri quadrati di superficie; cinque reparti, meglio chiamarli Mondi: bricolage, edilizia, decorazioni, arredo bagno e giardinaggio. Oggi è il giorno dell'apertura del centro Leroy Merlin, il colosso francese del fai da te, che ha spalancato le porte del secondo punto vendita siciliano, dopo quello di Catania, in viale Regione Siciliana, a Palermo. In città è prevista una terza apertura in autunno nei pressi del centro commerciale Forum. La struttura nasce dalle ceneri della ex Iso, trasformata dall'imprenditore Giuseppe Prestigiacomo e poi data in locazione al famoso marchio francese. Nella struttura di vendita lavoreranno 104 collaboratori, «tutti palermitani», ci tiene a dire il direttore del centro, Carmelo Costanza, siciliano trapiantato in Francia. Una buona fetta dei lavoratori, almeno il 35%, è formata da donne; il 15% sono laureati. La filosofia dell'azienda si fonda molto sulla fiducia che ripone sui suoi collaboratori, che fanno parte anche di un programma di azionariato aziendale e ai quali vengono distribuiti almeno il 25% dei risultati sotto forma di premio. Forse è il successo principale che si fonde con il successo dei prodotti in vendita, che segnano performance di fatturato italiano (45 punti vendita creati in tredici anni) sulla soglia del miliardo di euro (12 quello del gruppo Adeo, cui fanno parte Leroy Merlin e Bricocenter). «L'azienda è una realtà importante per la casa - afferma Vincente Gentil, amministratore delegatoto di Leroy Merlin Italia -. Siamo in tutto il mondo e i due terzi di fatturato, circa il 60%, arrivano da fuori i confini della Francia». Nessun particolare è lasciato al caso. Nemmeno il territorio. Sono diverse le aziende siciliane che collaborano con l'azienda fornendo prodotti e mettendo a disposizione la loro arte. Spiccano fra tutte le piastrelle in maiolica di Caltagirone, complemento fondamentale per le cucine in muratura. Gusti e preferenze dei clienti sono state testati grazie a un lavoro di marketing presso 217 famiglie. I risultati hanno permesso di tarare l'offerta sulle reali esigenze dei palermitani. Diverse le offerte, i prodotti con il miglior rapporto qualità-prezzo, i corsi gratuiti su edilizia e montaggio. Insomma, ce ne per tutti i gusti.
«Leroy Marlin ha creduto e ha investito su Palermo - afferma Prestigiacomo -. Non è la prima volta che un grande gruppo guarda alla Sicilia come un mercato potenzialmente ricco e interessante. Sarebbe ora che anche la Sicilia cominciasse a credere nella Sicilia e gli imprenditori cominciassero a valorizzare lo stesso potenziale che dall'estero viene apprezzato». Il centro rimarrà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20,30. Sa.Ri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati