Stop alla Gesip, al canile intervengono i volontari

PALERMO. Nelle gabbie ci sono gli escrementi e nelle ciotole manca il cibo.
In queste condizioni hanno vissuto per un giorno i cani ospitati nell’ex mattatoio. Precisamente da quando gli operatori della Gesip sono in ferie forzate. Ad intervenire, già nelle prime ore del mattino di ieri, sono stati i volontari che armati di buna volontà hanno nutrito, lavato gli animali e ripulito le gabbie.
Il problema è stato segnalato dagli stessi operai della Gesip che si sono recati all’ex mattatoio per accertarsi delle condizioni dei randagi: “Da trent’anni mi prendo cura dei cani come se fossero miei – racconta un operatore della Gesip che preferisce restare nell’anonimato, mostrandoci adirato alcuni scatti fatti con un telefonino–  per questo sono dispiaciuto nel vederli in queste condizioni”.
Ad occuparsi degli amici a quattro zampe sono gli esponenti di sette associazioni che lunedì scorso hanno firmato un protocollo d’intesa con il Comune per garantire l’attività dei tre canili.
I volontari si prenderanno cura dei randagi per almeno una settimana. Dovranno nutrirli, lavarli e pulire le loro gabbie nelle strutture dei via Tiro a Segno, nell’ex mattatoio e nel rifugio privato Eureka.
Nell’ex Mattatoio, dalle nove del mattino di ieri, cinque volontari si sono alternati per nutrire i randagi e ripulire la struttura di viale dei Picciotti da domenica lasciata in stato di abbandono: “Alla fine della lunga riunione terminata nel pomeriggio di lunedì – spiega Daniela Brunetto, animalista – siamo intervenuti nel canile di via Tiro a Segno, la struttura che necessita di maggiore attenzione. Non abbiamo avuto la possibilità di nutrire gli animali ospitati al Mattatoio perché alle 18 era già chiuso”.
I volontari, oltre a nutrire gli animali, hanno ripulito le gabbie cercando di riportare nella struttura le normali condizioni igienico sanitarie.  L’ex Mattatoio ospita poco meno di duecento randagi e ha circa quaranta gabbie.  Ad aiutarli sono stati gli operatori dell’unità cinofila mandati dal Comune.
“Stiamo facendo il possibile, attraverso la cooperazione con le associazioni animaliste – spiega il vicesindaco Marianna Caronia, che ha anche la delega all’Igiene e alla Sanità –  per garantire tutte le cure necessarie agli amici a quattro zampe. Cibo e pulizia sono le nostre priorità”. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati