Furto di 500 kg rame, sette arresti nel Nisseno

CALTANISSETTA. Rubano 500 chili di rame da miniera ma vengono scoperti. Sette persone, tutte di Palermo, sono state arrestate da polizia e carabinieri di Caltanissetta per il furto di 500 chilogrammi di rame dalla miniera di zolfo e sali potassici Bosco Palo, nei pressi di Serradifalco, in disuso da parecchi anni. Il rame era stato ricavato dai cavi elettrici raccolti in bobine e utilizzati dall'Enel per un elettrodotto della zona. In flagranza di reato sono stati scoperti: TOMMASO TUTONE, 33 anni, SANTO DI FATA, 27 anni, GIOVANNI VIOLA, 37 anni, FRANCESCO LI VIGNI, 34 anni, MICHELE LO RE, 51 anni, ANTONINO TUTONE, 34 anni e VINCENZO LO RE, 25 anni.
I sette, tutti pregiudicati, sono stati fermati su un furgone sulla strada statale 122, dopo un breve inseguimento. Nel cassone sono stati trovati i cavi di rame provenienti dalla centrale elettrica all'interno della miniera, che anche se in disuso da tanto tempo é ancora dotata di energia. La prefettura  di Caltanissetta da qualche mese, su disposizioni del ministero dell'Interno, sta coordinando una vasta operazione di controllo delle centrali
elettriche rurali e dei siti minerari dismessi proprio per prevenire furti ed evitare disagi alla popolazione provocati dai black out.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati