Batterio Killer, la Coldiretti: "Danni anche in Sicilia"

Il presidente Chiarelli e Giuseppe Campione: "Questa è solo l'ultima calamità che ha colpito il nostro settore, con un danno di milioni di euro. L'Ars però non ha ritenuto opportuno convocarci"

PALERMO. "Il batterio killer, con il conseguente danno di milioni di euro agli agricoltori siciliani, é solo l'ultima calamità che ha colpito il settore e nonostante ciò la terza commissione dell'Assemblea regionale siciliana non ha ritenuto opportuno convocare la Coldiretti".


Lo dicono il presidente e il direttore dell'organizzazione agricola, Alessandro Chiarelli  e Giuseppe Campione, che avevano chiesto un'audizione "per illustrare la situazione dei tanti comparti e concertare azioni in grado di risollevare le sorti dell'agricoltura su cui grava una situazione sempre più pesante".     


"Ricordiamo che in Sicilia - aggiungono - il latte continua ad avere il prezzo più basso rispetto al resto d'Italia. Soltanto 36 centesimi. Nella nostra Regione, prosegue l'invasione di agrumi dalla Spagna e i produttori continuano a subire danni su danni e non sembra che su questo il presidente della terza Commissione si sia mai pronunciato o abbia ritenuto opportuno effettuare la convocazione".     "Bisogna prospettare soluzioni, attuare progetti che rilancino il 'made in Sicilia' - concludono, che tutelino la filiera corta,che garantiscano ai giovani una possibilità occupazionale in agricoltura. Occorre un impegno adeguato da parte delle istituzioni in modo da favorire lo sviluppo".    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati