Finto cardiochirurgo latitante tradito dal cuore: arrestato

Giulio Apuzzo, 71 anni, di origine palermitana, è stato arrestato dalla squadra mobile di Forlì dopo un malore. Per anni si è spacciato per luminare, facendosi consegnare somme di denaro

FORLI'. Lui, falso luminare di cardiochirurgia, è stato tradito proprio dal suo cuore. La squadra Mobile di Forlì ha arrestato Giulio Apuzzo, 71enne di origine palermitana, latitante con una condanna a 16 anni di carcere per una lunga serie di reati, tra cui numerose truffe, sostituzione di persona e appropriazione indebita. Tra i suoi 'personaggi' durante i suoi raggiri c'era quello del noto cardiochirurgo Gaetano Azzolina, che gli permetteva, unita a un po' di vocabolario medico, di abbindolare i pazienti, facendosi consegnare somme di denaro. Ma a porre termine alla sua latitanza è stato proprio il cuore.   


Otto giorni fa l'uomo, mentre era in viaggio sull'A14, si è sentito male per uno scompenso cardiaco. Uscito al casello di Forlì ha chiamato il 118, finendo ricoverato all'ospedale cittadino. Quando gli sono stati chiesti i documenti, Apuzzo ha spiegato di non averli con sé, dando a voce le sue vere generalità. Quando dall'Ausl romagnola hanno chiamato i colleghi di Roma, dove l'uomo risiede, chiedendo informazioni sul paziente ricoverato, sono emerse delle incongruenze, che hanno fatto scattare i controlli della polizia dell'ospedale. E ieri, quando stava per essere dimesso, sono arrivati in corsia gli uomini della squadra Mobile per arrestarlo e portarlo in carcere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati