Scoperto un cimitero di mafia nel Palermitano

Il ritrovamento a Ficarazzi. I militari hanno individuato, scavando in località Crocicchia, alcune ossa umane. Secondo le prime indiscrezioni a indicare ai carabinieri il luogo in cui Cosa Nostra avrebbe sepolto i cadaveri è stato il neo pentito Stefano Lo Verso. Alcuni resti potrebbero essere quelli di Andrea Cottone, scomparso nel 2002

PALERMO. I carabinieri hanno scoperto un cimitero di mafia a Ficarazzi nel Palermitano.    I militari hanno individuato, scavando in località Crocicchia, alcune ossa umane. Secondo le prime indiscrezioni a indicare ai carabinieri il luogo in cui la mafia avrebbe sepolto i cadaveri è stato il neo pentito Stefano Lo Verso.  Il medico legale sta esaminando i primi resti trovati. in base alle indicazioni del collaboratore di giustizia potrebbe trattarsi di Andrea Cottone, scomparso nel 2002 e secondo gli inquirenti eliminato con il metodo della lupara bianca.


Saranno il medico legale e i Ris di Messina ad accertare se le ossa trovate sotto uno spesso strato di terra ricoperto da una colata di cemento, sono quelle di Cottone, imprenditore edile scomparso il 12 novembre del 2002 ritenuto reggente della cosca mafiosa di Villabate.    A parlare dell'omicidio Cottone, fedelissimo del boss Salvatore Montalto, scomparso col metodo della lupara bianca, è stato il pentito Mario Cusimano che ha raccontato che del commando che fece sparire la vittima faceva parte anche Stefano Lo Verso.  L'area in cui le ossa sono state trovate vicino al minigolf, è stata battuta dai carabinieri che escluderebbero che vi siano altri resti umani.   Cottone venne condannato per associazione mafiosa a sei anni, ma la sentenza venne annullata dalla Cassazione per vizi procedurali

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati