Bagheria, scoperta evasione da 800 mila euro

PALERMO. Nel corso di controlli nel settore delle cessioni immobiliari, la Guardia di Finanza di Bagheria ha scoperto due soggetti proprietari di aree edificabili cedute ad impresa edile, senza provvedere a riportare nelle dichiarazioni annuali ai fini delle Imposte sui Redditi, le plusvalenze scaturite dalle cessioni delle aree, per un ammontare complessivo di oltre 800 mila euro. Gli investigatori hanno individuato i due evasori utilizzando le banche dati dell'Anagrafe Tributaria. Nel corso degli accertamenti fiscali è emersa una rilevante discrasia tra il valore attribuito dalle parti ai beni ceduti ed il valore quantificato nella perizia di stima operata sui terreni. In particolare, dal raffronto dei valori risultanti dai rogiti notarili con quelli della banca dati dell'Anagrafe tributaria è scaturita una differenza del 30%. Ciò ha consentito di accertare che i contribuenti avevano omesso di indicare nelle dichiarazioni annuali dei redditi le plusvalenze scaturite dalla cessione a titolo oneroso delle aree edificabili. I due contribuenti sono stati segnalati al competente ufficio dell'Agenzia delle Entrate ai fini del recupero delle imposte evase e per le sanzioni previste dalla legge.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati