Tragedia in mare in Tunisia, ripescati i primi 20 corpi

Il naufragio mercoledì scorso al largo delle isole Kerkennah. Sarebbero almeno 200 i migranti annegati

TUNISI. La guardia costiera tunisina ha ripescato stamani i primi 20 corpi degli oltre 200 migranti africani dispersi dopo il naufragio di un peschereccio libico al largo delle isole Kerkennah, nel sud del paese. Lo ha reso noto un responsabile della guardia costiera.
Sono almeno 200 le persone annegate e molte risultano ancora disperse a seguito del capovolgimento di un'imbarcazione al largo delle coste tunisine nel pomeriggio di mercoledì. Si tratta di uno degli incidenti più gravi e drammatici in termini di vittime occorsi finora quest'anno nel Mediterraneo", si legge nel comunicato diffuso dall'Unhcr con lo scopo di precisare le informazioni emerse in precedenza che riferivano di 150 corpi recuperati. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati