Palermo, ecco chi avanza per il dopo Cammarata

Nel centrodestra si fanno i nomi di Scoma, Vizzini, Campagna e Lagalla. Vicari smentisce un suo interesse alla poltrona. Nel centrosinistra pronti Faraone, Orlando e Spallitta

PALERMO. Manca ancora un anno alle elezioni comunali a Palermo, ma sulla scia delle dichiarazioni del neosegretario nazionale del Pdl, Angelino Alfano, si parla già di primarie nel centrodestra per eleggere il candidato da proporre. Si fanno i nomi di Francesco Scoma, che è stato vicesindaco del capoluogo siciliano fino a qualche mese fa, del senatore Carlo Vizzini, dell’attuale presidente del consiglio comunale, Alberto Campagna e dell’ex sindaco di Cefalù, Simona Vicari. Quest’ultima però oggi si è tirata subito fuori. “Smentisco categoricamente le voci di certa stampa – afferma Vicari - che parlano del mio interesse alla sindacatura peraltro mai ufficializzata".     
"Il mio impegno politico, dopo tanti anni di servizio in Sicilia, è ora concentrato a servirla, - spiega la senatrice - meglio e ancora di più, svolgendo il mio ruolo che mi soddisfa e appaga, presso il Parlamento nazionale". A sorpresa nel centrodestra potrebbe spuntare anche la candidatura del rettore dell’università di Palermo, Roberto Lagalla.
Manovre anche nel centrosinistra dove, al momento, sono spuntati il consigliere comunale del Pd, Davide Faraone, il portavoce di Italia dei Valori, nonché ex sindaco a Palazzo delle Aquile, Leoluca Orlando e Nadia Spallitta, anche lei consigliere comunale che piace a Sinistra ecologia e libertà.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati