Corleone, Don Ciotti: "Qui si avverte la speranza per il futuro"

Il presidente di Libera lo ha detto intervenenedo alla tappa finale della Carovana internazionale antimafie, che in 96 giorni di viaggio ha attraversato l'Italia e l'Europa

CORLEONE. "Corleone molte volte é stato associato al potere della mafia siciliana, essere qui é segno di un riscatto possibile, perché qui il cambiamento è rappresentato".
Lo ha detto Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, intervenendo a Corleone (Pa), tappa finale della Carovana internazionale antimafie, che in 96 giorni di viaggio ha attraversato l'Italia e l'Europa.   
"La città è totalmente cambiata - ha aggiunto -. Si avverte la speranza in futuro, che non sia di paura.  E questo è segno di un'Italia che c'é. Per forzare "l'alba di un nuovo giorno - ha concluso - occorre incoraggiare il cambiamento, che ha bisogno di tutti noi, della nostra responsabilità e di  educazione alla responsabilità".      

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati