Palermo, condannati dirigenti dell'ex Iacp

L'ex presidente Giuseppe Palmeri, il vice Ignazio De Caro, i consiglieri Luigi Ciotta, Antonino Di Piazza, Giovanni Lo Bello, Pietro Matranga e Francesco Viola, e il coordinatore generale Salvatore Giangrande in qualità di segretario del cda dovranno risarcire circa 180 mila euro

PALERMO. La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato i componenti del cda dell'Iacp di Palermo, in carica tra il 2004 e il 2005, a risarcire all'ente un danno di circa 180 mila euro. Sono l'ex presidente Giuseppe Palmeri, il vice Ignazio De Caro, i consiglieri Luigi Ciotta, Antonino Di Piazza, Giovanni Lo Bello, Pietro Matranga e Francesco Viola, e il coordinatore generale Salvatore Giangrande in qualità di segretario del cda.    Erano accusati di aver approvato una delibera, risultata poi illegittima, con la quale veniva riconosciuta ad undici funzionari di categoria D la mansione di dirigente. Ora dovranno restituire le differenze retributive erogate dall'istituto oltre agli interessi. (Sentenza 1866/2011)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati