Sicilia, Qui Palermo

Zamparini e Rossi si sono detti addio

Il presidente e l'ormai ex tecnico del Palermo hanno sancito la separazione in un incontro negli uffici di Vergiate del numero uno della società. Il mister: "Mi spiace ma era inutile continuare". Il successore sarà Stefano Pioli

PALERMO. Il momento dell’addio si è consumato all’ora di pranzo. Maurizio Zamparini e Delio Rossi hanno deciso di non continuare il rapporto che legava il tecnico di Rimini al Palermo. L’incontro di oggi negli uffici di Vergiate del numero uno di viale del Fante è servito per guardarsi in faccia un’ultima e per sancire la fine del legame. Il comunicato ufficiale della società parla di separazione consensuale. E mancava proprio solo l’ufficialità a questa notizia, dopo che le lacrime dell’Olimpico di Rossi bastavano già per capire che ormai la strada verso l’addio era già stata avviata da tempo. Le distanze caratteriali tra i due erano troppo ampie per ricucire un rapporto logoro da mesi, portato avanti solo grazie all’amore dei tifosi verso il tecnico e al grande rapporto tra squadra e mister nella speranza di realizzare il sogno Coppa Italia svanito tre giorni fa. Ma il presidente aveva già preso la sua decisione, ovvero quella di separarsi a fine stagione. I colloqui con altri tecnici sono la riprova di questa tesi.
"Mancavano i presupposti per proseguire il rapporto, continuare non avrebbe avuto senso. A cosa sarebbe servito? Mi dispiace solo per i tifosi, per il loro amore nei confronti della squadra e del sottoscritto, verrò a Palermo a salutare tutti e lo farò nei prossimi giorni. Magari organizzerò una conferenza stampa". Lo ha detto Delio Rossi, per la seconda volta nel giro di pochi mesi (era già stato esonerato in inverno per fare spazio al collega Serse Cosmi), ex allenatore dei rosanero.      "Sono rammaricato di non aver regalato la Coppa Italia ai palermitani, ma si vede che doveva andare così - ha aggiunto Rossi -. Non potrò mai cancellare le emozioni che mi hanno regalato i tifosi, una città intera, in questo anno e mezzo trascorso assieme".  



Il successore dell’allenatore di Rimini, infatti, dovrebbe essere già pronto. Tra oggi e domani è probabile, dunque, che venga annunciato il nuovo allenatore del Palermo. E sarà Stefano Pioli, l’ex tecnico del Chievo, ad assumere l’incarico sulla panchina rosanero. Pioli, corteggiato nelle ultime settimane anche dalla Roma del ds Sabatini, non vuole aspettare i tentennamenti dei giallorossi e sa bene che non può farsi sfuggire l’occasione di sbarcare in Sicilia. Ecco allora che nelle prossime ore avverrà la stretta di mano tra l’ex allenatore del Parma e Zamparini, che sceglierà Pioli il quale avrà alla fine la meglio tra Gasperini, Atzori, Sannino e Torrente. Si va defilando a questo la nuova area tecnica del Palermo 2011/2012. Con Pioli è pronto ad arrivare agli uffici del Barbera anche il direttore sportivo Sean Sogliano.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati