Maxi sbarco nel Ragusano, nove fermi

I coinvolti sono tutti egiziani: sono accusati di aver gestito il viaggio del peschereccio con a bordo 932 migranti

MODICA. Nove extracomunitari accusati di essere i responsabili del maxisbarco di 932 migranti avvenuto ieri nel Ragusano sono stati fermati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina da agenti della squadra mobile di Ragusa e da militari della sezione operativa navale della guardia di finanza di Pozzallo e dei carabinieri della compagnia di Modica. Sono gli egiziani Mostafà Hassen, di 34 anni, Sadek Abdarsi Sadek, di 26, Mohammed Amensei, di 43, e Fouad Zerrouki, di 37; gli algerini, Chabane Belmehal, di 31, Abdelachi Karbash, di 30, e Fethi Dob, di 29; il marocchino Yosri Ben Fateh, di 30; e il tunisino, Ahmed Cherni, di 25.    
Sono accusati di essere le persone che hanno gestito il viaggio a bordo del peschereccio di 25 metri in metallo che è stato bloccato a circa 22 miglia da Capo Passero, nel Siracusano, che veniva abbordato da motovedette della guardia di finanza e scortato nel porto di Pozzallo. I provvedimenti di fermo sono stati emessi dal sostituto procuratore di Modica, Alessia La Placa, con il coordinamento del procuratore capo Francesco Puleio.    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati