Le pagelle, sufficienza per tutti

PALERMO

Sirigu 6.
Incolpevole sui tre gol e, per la verità, impegnato pochissimo. Si guadagna il voto con un bel balzo su un destro a giro di Sneijder.

Cassani 6.
Spinge forte, magari non è sempre lucido, come nell’occasione del tiro sballato all’inizio del secondo tempo. Impreparato sul ptimo gol di Eto'o.

Balzaretti 6. Come Cassani supera spesso la metà campo avversaria, ma ci mette un pizzico di fosforo in più. Prende le misure su Nagatomo dopo un inizio sofferto.

Munoz 5,5. Eto’o è la bestia nera del Palermo quest’anno, soprattutto di Munoz. Ancora una volta doppietta per il camerunese, ancora una volta non impeccabile l’argentino. Mezzo punto in più per il gol.

Goian 6. Si fa male dopo venti minuti, esce e il Palermo subisce subito la prima rete. Sembrava aver preso le misure a Pazzini, chissà se con lui in campo sarebbe finita così.

Acquah 6,5.
Quanti anni ha Acquah? Sembra un veterano per come gestisce palloni bollenti in mediana nella partita più importante della storia recente del Palermo. Rossi lo sacrifica per provare la rimonta, ma dal ghanese si deve ripartire l’anno prossimo.

Nocerino 6,5.
Se il Palermo per buona partita domina a centrocampo, il merito è suo. Insieme a Migliaccio e Acquah recupera palloni a bizzeffe ed è l’unico dei tre in grado di provare anche la giocata un po’ più tecnica.

Migliaccio 6,5. Dicono che non abbia piedi buoni. E forse è vero, però coi polmoni d'acciaio e con la capacità di sradicare palloni in mezzo al campo, compensa e va oltre. Altra certezza per l'anno che verrà.

Pastore 6,5. Sarebbe anche da voti alti per come fa girare la squadra. Sembra pronto per il grande salto, ma deve capire che palle, come quella che gli capita al 18’, dopo uno-due con Ilicic, bisogna metterle dentro. Errore decisivo.

Ilicic 6,5.
Cosa si può dire a un centrocampista offensivo che macina chilometri come lo sloveno? Nulla, solo una piccola strigliata su quel pallone sparato su Julio Cesar nel primo tempo sull’1-0.

Carrozzieri 6.
Nessuno tre mesi fa avrebbe potuto immaginare che avesse giocato la finale di coppa Italia. Moris, acclamatissimo dalla curva, lo fa. Tanto impegno, cuore, anche qualche anticipo, ma per recuperare la condizione fisica deve lavorare ancora molto. Se ne parlerà a luglio.

Hernandez 6. Non si nasconde, per niente. Anzi è l’attaccante che tira di più verso la porta avversaria. Però i risultati sono deludenti. Deve maturare molto.

Miccoli 6,5.
Voto di stima per un giocatore che ha dato tantissimo al Palermo negli ultimi anni e che ieri ha quasi sicuramente giocato l’ultima partita coi rosanero. E poi sfiora il pari con un gran colpo di testa in tuffo sul quale Julio Cesar si supera.

Pinilla s.v. 


INTER


Julio Cesar 7,5

Nagatomo 6

Ranocchia 6

Lucio 6

Chivu 6

Zanetti 6,5

Thiago Motta 5

Stankovic 5,5

Sneijder 6,5

Eto’o 8

Pazzini 5
 
Morganti 5

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati