Detenuto agrigentino ai domiciliari spara a ladro con pistola illegale

CASTELLARANO. Un detenuto agli arresti domiciliari ha sorpreso due ladri che stavano tentando un furto in casa sua e ha fatto fuoco diverse volte contro i malviventi in fuga, ferendone uno a una gamba con una pistola illecitamente detenuta. Entrambi sono finiti in manette. E' successo la scorsa notte in via De Amicis a Castellarano, in provincia di Reggio Emilia, dove i carabinieri hanno arrestato A. C. 41 anni, originario di Ribera (Agrigento) e un albanese, E.K., 23 anni, residente a Milano.
Quest'ultimo, insieme a un complice riuscito a dileguarsi, aveva preso di mira l'abitazione sbagliata: il figlio del proprietario infatti non ha esitato a sparare all'impazzata contro i due ladri, uno dei quali non ha potuto proseguire la fuga per essere stato colpito a un ginocchio. I carabinieri quando sono accorsi hanno messo alle strette il siciliano che alla fine ha ammesso di avere fatto fuoco. E' stata rinvenuta la pistola con matricola abrasa con un colpo in canna e cinque nel caricatore. In un marsupio c'erano altre munizioni. Le armi sono state sequestrate così come gli strumenti da scasso dell'albanese, un trapano, una lampadina e un paio di guanti gommati. E.K è piantonato in ospedale per una ferita al ginocchio e guarirà in 40 giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati