Simeone verso l'addio

CATANIA. Nessun obiettivo di classifica, molti assenti e formazione inedita. Reduce da tre vittorie consecutive e ormai salvo da un paio di settimane, il Catania si accosta in tutto relax alla sfida esterna contro l'Inter. Non per questo, però, c'é da attendersi una squadra in disarmo. Ciro Capuano, quest'anno già protagonista a San Siro grazie al gran gol rifilato al Milan nel girone d'andata, garantisce per gli etnei: "Mancheranno giocatori importanti, ma chi andrà in campo sarà all'altezza della situazione. Abbiamo raggiunto e superato il record di punti in Serie A, ci piacerebbe chiudere la stagione avvicinandoci a quota 50". "Non ci aspettiamo un avversario - continua il laterale sinistro rossazzurro - distratto dalla prossima finale di Coppa Italia contro il Palermo. L'Inter è abituata a gestire certe situazioni e vorrà congedarsi dal proprio pubblico in bellezza. Ripetere il gol dell'andata? Magari. Non sarà semplicissimo, ma ci proverò". Quella di San Siro sarà, salvo sorprese, l'ultima partita di Diego Simeone sulla panchina del Catania. Il tecnico argentino, che nella prossima settimana s'incontrerà con la dirigenza per chiarire le sue intenzioni, ha convocato 21 elementi. Numerose le assenze: out Maxi Lopez, Silvestre, Spolli, Biagianti, Bellusci, Pesce, Llama e Sciacca, tutti in condizioni fisiche non ottimali. Prima convocazione per il giovane Francesco Rapisarda, difensore della Primavera, classe 1992. In difesa spazio ad Augustyn e Terlizzi, in avanti Bergessio punta centrale con Schelotto e Gomez esterni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati