La Russa inaugura il nuovo centro sportivo

CATANIA. La nuova era del Calcio Catania si apre ufficialmente alle 12.45 di questa mattina. Il presidente Nino Pulvirenti e l'amministratore delegato Pietro Lo Monaco, affiancati dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa, tagliano il nastro che inaugura il "Torre del Grifo Village", nuovo quartier generale rossazzurro.  Il centro sportivo, nel quale la formazione etnea si allena dal 19 gennaio scorso, è un'opera imponente: 130 mila metri quadri, 4 campi da calcio regolamentari (due in sintetico e due in erba naturale), un centro polivalente con piscina, palestra e centro benessere, gli uffici della sede sociale con ampia sala conferenze annessa, gli alloggi per i ritiri della prima squadra e i ragazzi delle giovanili.     Pulvirenti e Lo Monaco hanno guidato autorità e ospiti alla scoperta della struttura interamente di proprietà del Calcio Catania, realizzata nel'arco di venti mesi e costata 60 milioni di euro, finanziati dal Credito Sportivo senza interventi pubblici. Numerosi volti noti del mondo del calcio hanno partecipato all'inagurazione:  dal vicepresidente di Lega Rosella Sensi al presidente della Lazio Claudio Lotito per arrivare ai rappresentanti di Palermo, Udinese e Napoli.      Nella conferenza stampa che ha concluso la giornata, il presidente Pulvirenti non ha nascosto il proprio orgoglio: "Torre del Grifo è una delle migliori strutture d'Europa e rappresenta il futuro del calcio a Catania. Quando, sette anni fa, rilevai la proprietà del club dalla famiglia Gaucci mi posi due obiettivi: la Serie A e un nuovo centro sportivo. Posso dire di averli raggiunti entrambi. Se questo è stato possibile, lo devo a una persona, Pietro Lo Monaco".   "Questa nuova realtà, pienamente fruibile da parte dei nostri tifosi - ha detto Lo Monaco - è un patrimonio dell'intera città e deve rendere orgoglioso tutto il Sud. Abbiamo lavorato sodo per raggiungere un risultato simile, ma possiamo dire che gli sforzi sono stati ben ripagati".      A margine, Lo Monaco e gli altri dirigenti di Serie A presenti hanno incontrato i rappresentanti delle società demoscopiche per assegnare l'incarico concernente il rilevamento dei bacini d'utenza secondo i criteri tanto discussi in Lega Calcio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati