Stop ai social network per i dipendenti Amat

Il provvedimento preventivo, preso dal presidente dell’azienda, Mario Bellavista, serve ad evitare tentazioni e distrazioni nell’orario di lavoro. Bloccato l’accesso a Facebook, Twitter, Youtube

PALERMO. Amara sorpresa da ieri per tutti i dipendenti dell'Amat. L'accesso dai loro computer aziendali a social network come Facebook e Twitter e siti come Youtube e E-bay, è stato bloccato per evitare eccessive perdite di tempo e distrazioni durante l'orario di lavoro.
«Con questo provvedimento vogliamo evitare tentazioni. I social network fanno ormai parte della nostra vita, ma vanno utilizzati negli spazi privati e non nei momenti in cui si è impegnati a lavoro con i computer dell’azienda» - ha spiegato Mario Bellavista, il presidente dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico a Palermo. La misura, a scopo preventivo, è stata applicata per evitare che, durante gli orari di lavoro, l’uso di tali mezzi di comunicazione possano distrarre il dipendente dai reali compiti istituzionali. «L’utilizzo del computer aziendale è unicamente legato alla produttività» ha aggiunto Bellavista.
Nei prossimi giorni, l’Amat estenderà il provvedimento di filtraggio anche ad altri siti di maggiore accesso e che fanno parte della categoria dei social network.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati