Oculista arrestato per concussione, il gip conferma i domiciliari

Fausto Bellina è accusato di aver chiesto ai pazienti cifre tra i 100 e i 300 euro per accelerare i tempi dell'intervento chirurgico

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Rimane agli arresti domiciliari Fausto Bellina, l'oculista palermitano accusato di concussione per avere indotto i pazienti affetti da cataratta a sottoporsi ad un intervento chirurgico in una casa di cura di Palermo, chiedendo compensi variabili tra i 100 e i 300 euro come prezzo di mediazione per abbreviare tempi d'attesa. Lo ha deciso il gip di Palermo Luigi Petrucci.  
L'oculista era stato arrestato dai carabinieri del Nas la settimana scorsa e durante l'interrogatorio di garanzia si era difeso dicendo di non aver mai chiesto soldi in più ai suoi pazienti.  Il legale di Bellina, l'avvocato Francesco Crescimanno, aveva chiesto l'applicazione di un'altra misura cautelare, indicando l'interdizione del medico dall'esercizio della professione. Il gip ha ritenuto che l'interdizione avrebbe consentito di evitare la reiterazione del reato ma non il pericolo di inquinamento probatorio. Per questo motivo ha disposto i domiciliari per tre mesi.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati