Assenteista sulla barca di Cammarata, chiesti 2 anni per il direttore di Gesip

Si è pronunciato così il pm Laura Vaccaro sulla vicenda del dipendente della società di servizi. Si attende ora la decisione del gup

PALERMO.  Il pm Laura Vaccaro ha chiesto la condanna a due anni per il direttore della Gesip, Giacomo Palazzolo, accusato di abuso d'ufficio. Palazzolo ha scelto il rito abbreviato nel procedimento che coinvolge anche il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, per la vicenda di Franco Alioto, il dipendente della società di servizi Gesip che, secondo l'accusa, durante l'orario di lavoro, faceva lo skipper della barca privata del primo cittadino.
Secondo la Procura, Palazzolo e l'ex amministratore delegato della Gesip Felice Lombardi avrebbero consentito ad Alioto di allontanarsi dall'azienda, facendo in modo che l'effettiva presenza in servizio del dipendente non venisse controllata. Il gup Gioacchino Scaduto si pronuncerà il 24 maggio sia sulla posizione di Palazzolo che sul rinvio a giudizio di Cammarata, Felice Lombardi e Alioto, accusati a vario titolo di truffa e abuso d'ufficio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati