Regione, per altri 732 precari stabilizzazione più vicina

Si tratta di soggetti che lavorano tra Protezione civile, assessorato al Territorio, Beni culturali ed ex Agenzia per le acque e i rifiuti. I Cobas non ci stanno: "Concorsi per i posti vacanti"

PALERMO. Stabilizzazione più vicina anche per gli ultimi precari rimasti alla Regione. Si tratta di 732 soggetti che lavorano alla Protezione civile, all'assessorato al Territorio, ai Beni culturali e all'ex Agenzia per le acque e i rifiuti.
Ma se da un lato gli uffici della Regione pensano a come e in che tempi assumerli, sull'altro versante i Cobas Codir non ci stanno e chiedono che "i 1.800 posti liberi per le categorie C e D vengano colmati attraverso un concorso pubblico".
Dalla rRgione, il dirigente del dipartimento del Personale, Giovanni Bologna fa sapere che "i posti liberi sono 700 e quelli che si liberano ogni anno sono 250".
Di sicuro c'è che per legge il 60 per cento dei posti deve essere riservato agli esterni. La battaglia è appena iniziata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati