Bin Laden, la moglie: viveva vicino ad Islamabad da 2003

Prime ammissioni della donna durante gli interrogatori dopo il suo arresto nel compound di Abbottabad, in cui è stato ucciso il capo di Al Qaida. Osama aveva lasciato l'area tribale del paese nel 2003 per andare a vivere in un centro abitato

ISLAMABAD. Osama Bin Laden viveva già dal 2003 in un villaggio vicino alla città di Haripur, a qualche decina di chilometri da Islamabad. E' quanto ha detto la moglie del leader di Al Qaida durante gli interrogatori dopo il suo arresto nel compound di Abbottabad, secondo quanto riferiscono ufficiali vicini all'inchiesta al quotidiano pakistano Dawn.
Secondo due ufficiali intervistati dal giornale, Amal Ahmed Al Sadah, la giovane moglie yemenita di Osama Bin Laden, detenuta dalle forze pakistane dal giorno del blitz in cui è morto il marito, ha riferito che prima di trasferirsi nel compound di Abbottabad, verso la fine del 2005, il capo di Al Qaida ha vissuto con la sua famiglia per due anni e mezzo a Chak Shah Mohammed Khan, un villaggio a due chilometri a sud est della città di Haripur, situata lungo la strada tra Islamabad e la stessa Abbottabad.
Questo significa, ha sottolineato uno degli ufficiali, che Osama ha lasciato l'area tribale del paese nel 2003 per andare a vivere in un centro abitato.
Per anni, sottolinea il quotidiano, sin dalla scomparsa di Osama dalle montagne di Tora Bora in Afghanistan nel 2001, le forze americane e pakistane lo avevano cercato nella regione tribale al confine tra Pakistan ed Afghanistan.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati