Truffa coi fondi Ue, arrestata ex dirigente regionale

Ai domiciliari l’ex capo dell’azienda Foreste demaniali Francesca De Luca. Stesso provvedimento per un funzionario, un tecnico e un imprenditore. Non avrebbero realizzato tutte le opere finanziate per una riserva naturale

Sicilia, Cronaca

PALERMO. I fondi furono stanziati dalla comunità europea. Ma alcune delle opere previste dal progetto per la valorizzazione e tutela della riserva di Serre della Pizzuta, a Piana degli Albanesi, nel Palermitano per le quali i finanziamenti erano stati erogati non sono state realizzate. Con questa accusa sono stati arrestati oggi l'ex dirigente generale dell'azienda Foreste demaniali, Francesca De Luca, Sergio Scozzari (funzionario dell'azienda e direttore dei lavori della riserva), Castrense Marceca (tecnico dell'azienda Foreste demaniali) e l'imprenditore Mario Galbo (amministratore unico della Cesa srl di Alcamo). Nei loro confronti è stato ipotizzato il reato di truffa aggravata. A tutti sono stati concessi gli arresti domiciliari.     
Le opere previste riguardavano la creazione di stradelle, recinzioni e aree attrezzate. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal gip Piergiorgio Morosini, che ha accolto le richieste del sostituto procuratore Maria Forti e del procuratore aggiunto Leonardo Agueci. L'indagine è stata avviata dopo alcuni controlli del corpo forestale. I lavori previsti dai finanziamenti del 2006 sarebbero stati realizzati solo in minima parte. Gli arresti sono stati eseguiti dal nucleo operativo regionale del corpo forestale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati