Protesta Gesip, Farecittà: metodi sbagliati

PALERMO. «Ci dispiace vedere la nostra città attraversata da notevoli tensioni sociali, tuttavia, spesso ci troviamo a non condividere gli atteggiamenti e i metodi utilizzati, più simili alla guerriglia urbana che alle proteste civili». Il presidente dell’associazione Farecittà, Gaetano Canzoneri, interviene sul caso Gesip che negli ultimi giorni ha visto un gruppo di operai bloccare il traffico e occupare l’aula consiliare del Comune. «Immaginiamo una città in cui al posto di lavoro si acceda attraverso regolare concorso pubblico e non attraverso metodi di assunzioni poco chiari e vicini allo strumento della clientela – aggiunge il vicepresidente vicario, Mirko Romano - chiediamo quindi che l'amministrazione apra ai giovani laureati inoccupati la possibilità di accedere a questi incarichi che possono essere una risposta alla preoccupante disoccupazione giovanile».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati