Lombardo: "Stabilizzare i precari è una cosa giusta per la Sicilia"

Il governatore siciliano: "Dopo i 4.500 lavoratori della Regione, è la volta dei 22.500 degli enti locali. I sindaci devono attivarsi subito"

PALERMO. "Stabilizzare i precari è cosa giusta per la Sicilia. La circolare è stata complicata da elaborare e la riceveranno tutti gli enti presso i quali lavoravano i 22.550 precari. Il nostro governo sta stabilizzando i 4.500 precari della Regione, gente che ogni anno veniva dietro la mia porta a chiedere la proroga, affrancandoli dal condizionamento del politico di turno. Adesso è la volta dei 22.500 precari degli enti locali, se tutti gli enti rispetteranno i vincoli e le condizioni contenute nella legge". Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, nel suo blog.    
"La circolare, firmata da me, dall'assessore alle autonomie Chinnici, da Piraino della Famiglia e da Armao dell'Economia, detta le prescrizioni - aggiunge - e fornisce una guida per come gli enti locali devono muoversi per stabilizzare i loro precari. Libereremo dalla precarietà e dal condizionamenti migliaia e migliaia di persone che fanno parte di organici che comunque restano incompleti nei nostri enti locali e svolgono funzioni per cui sono insostituibili".    
"I sindaci - conclude - devono attivarsi subito perché mi preoccupa l'ennesima manovra del governo nazionale che non darà nulla al Sud e possibilmente porrà dei vincoli che potrebbero nuocere a queste persone. Stiamo facendo una cosa giusta e utile per la Sicilia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati