Agrigento, sgomberate altre 9 famiglie per rischio crolli

Salgono così a 35 le ordinanze firmate dal sindaco, Marzo Zambuto, dal giorno di Pasquetta quando ha ceduto il palazzo nobiliare del Seicento. Proteste dei residenti

AGRIGENTO. Il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, ha firmato altre nove ordinanze di sgombero per altrettante famiglie che vivono negli immobili, ritenuti a rischio crollo, di salita Itria e via Duomo, nel centro storico della città. Venti le persone che verranno ospitate in albergo. Salgono così a 35 le famiglie allontanate dall'alba di Pasquetta, quando, in via Santa Maria dei Greci, è crollato il nobiliare palazzo del Seicento "Lo Jacono - Maraventano".
Ieri sera, per protesta contro la Regione e il Governo, accusati di non provvedere con finanziamenti a fronteggiare i rischi, il sindaco e la giunta hanno chiuso il portone del Comune, sbarrandolo con travi di legno, e si sono trasferiti in uno stabile, anch'esso inagibile, di piana San Vincenzo, a pochi metri dal luogo dove sono ancora accatastate le macerie del palazzo crollato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati