Parla una figlia di Bin Laden: "Preso vivo e poi ucciso"

A rivelarlo sono state fonti di sicurezza pachistane ad Al Arabiya

LONDRA. Fonti di sicurezza pachistane hanno detto ad Al Arabiya, che una figlia di Osama Bin Laden sostiene che suo padre fu catturato vivo e poi ucciso dalle forze speciali americane nei primi minuti dell'operazione di Abbottaba. Proprio una di queste fonti della sicurezza interpellate da Al Arabiya ha riferito - scrive il sito dell'emittente - che una figlia dodicenne di Bin Laden, soccorsa  dalle forze di sicurezza pachistane nella villa dopo il blitz, americano ha raccontato che "le forze Usa hanno catturato vivo suo padre ma lo hanno poi ucciso a colpi d'arma da fuoco davanti  a membri della sua famiglia".  Le fonti pachistane riferite da Al Arabiya dicono anche che Bin Laden si trovava al piano terra del compound ed è stato trascinato a terra fino all'elicottero dai commando americani  per essere portato via dopo essere stato ucciso. Le fonti dicono che dall'edificio, dopo l'azione dei commando, sono stati portati fuori dai servizi pachistani  quattro corpi crivellati di pallottole e arrestati due donne e  sei bambini fra 2 e 12 anni. Inoltre, scrive il sito di Al Arabiya, "le forze speciali  Usa hanno portato via solo due cadaveri con loro sull'elicottero  militare, quello di Bin Laden e quello di un figlio", in quanto "non c'erano abbastanza posto a bordo degli elicotteri dopo la  perdita di uno dei velivoli durante l'operazione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati