Camilleri indicato assessore a Porto Empedocle, ma lui smentisce

Lo scrittore è stato indicato dall'attuale sindaco Calogero Firetto, che si è ricandidato alla guida della città. L'inventore di Montalbano ha però negato ogni candidatura

Sicilia, Cultura

PORTO EMPEDOCLE. Lo scrittore Andrea Camilleri è stato indicato come assessore alla Cultura del Comune di Porto Empedocle dal sindaco, Calogero Firetto (Udc), che si è ricandidato alla guida della città.   L'amministratore ha indicato fra i primi nomi della sua eventuale prossima squadra di amministratori Camilleri con il quale ha condiviso, in questi ultimi anni, molte iniziative culturali.  "Camilleri - dice Firetto - ha accettato con entusiasmo".   Un altro nominativo indicato è quello dell'ex ministro della Pubblica istruzione, ex senatore dell'Udc, Francesco D'Onofrio, docente di istituzioni di diritto pubblico all'università La Sapienza di Roma.


"Smentisco la notizia di una mia candidatura". Così reagisce lo scrittore Andrea Camilleri alla
notizia di una sua designazione all'assessorato alla Cultura del Comune di Porto Empedocle.  "La notizia non è vera - ha proseguito - Posso dire solo che ieri mi ha telefonato il sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto chiedendomi se, in occasione della sua ricandidatura,
potevo testimoniare quanto ha fatto nel corso della sua amministrazione. Dal momento che ritengo abbia agito egregiamente per Porto Empedocle - ha spiegato lo scrittore - ho accettato. Ma non sono assolutamente candidato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati