A Borgetto murales con i simboli dell'antimafia

L'opera realizzata dagli alunni delle scuole medie e delle quinte classi elementari di Borgetto ed è la 'wall art' dell'antimafia più lunga d'Italia: 30 metri di colori, speranza e coraggio

BORGETTO. C'é un ragazzino vestito di verde che tiene strette le briglie di un cavallo dalla luccicante criniera nera: è Giuseppe Di Matteo, sciolto nell'acido dagli uomini di Cosa nostra, perché figlio del pentito Santino. Anche lui ha trovato posto sul 'Muro della legalita'' di Borgetto, comune che sorge ad una quarantina di km da Palermo, ed è stato inaugurato oggi in piazza Vittorio Emanuele Orlando.     Insieme al piccolo Di Matteo, simbolo della ferocia della mafia, ci sono anche Peppino Impastato, con i suoi 'Cento passi'; Paolo Borsellino, con la propria agenda rossa; Giovanni Falcone, Carlo Alberto Dalla Chiesa, sullo sfondo della via Isidoro Carini dove trovò la morte il 3 settembre 1982, altre icone di legalità che evocano la Sicilia.    


Il murales è stato realizzato dagli alunni delle scuole medie e delle quinte classi elementari di Borgetto ed è la 'wall art' dell'antimafia più lunga d'Italia: 30 metri di colori, speranza e coraggio. L'iniziativa, promossa dall'assessorato comunale alla Cultura di Borgetto, nell'ambito  del progetto 'Nonsolomafia', è stata realizzata con il patrocinio ed il cofinanziamento del ministero della Gioventù che, per l'occasione, ha donato al Comune 500 copie del libro 'Il profumo della liberta', curato dallo stesso dicastero.     Il volume, che racconta l'eredità lasciata dai giudici Falcone e Borsellino, verrà distribuito nelle scuole del paese. Alla manifestazione hanno preso parte, tra gli altri, il magistrato Antonio Ingroia, l'europarlamentare Rita Borsellino, l'assessore regionale delle Autonomie locali e della funzione pubblica, Caterina Chinnici.     Nel corso del pomeriggio due attori siciliani, Claudia Perna e Domenico Cangialosi, hanno recitato una scena del film 'I cento passi'. I ragazzi del laboratorio creativo 'Permanente di Borgetto', invcee, hanno organizzato un 'flash mob', sulle note de 'I Cento passi' dei Modena City Ramblers, che sono intervenuti in diretta in collegamento telefonico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati