Raid in Libia, la Lega: di male in peggio

Il commento del ministro della Semplificazione legislativa Calderoli dopo l'intervento italiano

ROMA. "Di male in peggio". Non dice di più il ministro della Semplificazione legislativa, Roberto Calderoli, ai cronisti a Montecitorio che gli chiedono un commento sui primi raid armati italiani in Libia. "Solo quattro parole", come precisa l'esponente leghista che però evidenziano che lo scontro tra Carroccio e Pdl sulla missione militare libica è ancora molto aspro.  Intanto Berlusconi commenta: "Tremonti è impegnato con me a ritrovare con la Lega i termini di un comune impegno politico anche sulla politica estera". Lo scrive in una nota il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rinnovando la sua fiducia al ministro dell'Economia attaccato oggi da Il Giornale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati