Allevamento abusivo di cani a Palermo, 2 arresti

Gli animali, quasi tutti senza microchip, sono stati trovati in pessime condizioni igienico-sanitarie ed erano ospitati in locali senza illuminazione, alcuni dei quali privi d'aria

PALERMO. Un allevamento abusivo che ospitava 32 cani adulti - alcuni dei quali risultati rubati – e 10 cuccioli è stato scoperto  nella zona di Monte Camputello dai carabinieri di San Martino alle Scale in un terreno di proprietà di due operai, Giuseppe Lo Iacono, di 58 anni, e Saverio Romanotto, di 43, che sono stati arrestati per furto di energia elettrica. Insieme con una terza persona, L.S., di 31 anni, sono stati inoltre denunciati per ricettazione di cani rubati e maltrattamenti di animali.
I cani, quasi tutti senza microchip, sono stati trovati in pessime condizioni igienico-sanitarie ed erano ospitati in locali senza illuminazione, alcuni dei quali privi d'aria.
Alcuni animali erano in piccole gabbie o erano legati con corte catene che, in alcuni casi, avevano provocato escoriazioni al collo.
Due cani da caccia, dotati di microchip, sono risultati rubati a due cacciatori di Palermo, ai quali sono stati restituiti. Il terreno e i locali dell'allevamento abusivo sono stati sequestrati e i cani sono stati affidati in custodia ad uno dei denunciati in attesa del loro trasferimento in una struttura adeguata.
Per il furto di energia elettrica Lo Iacono e Romanotto sono comparsi davanti il Tribunale di Palermo che, dopo la convalida dell'arresto, ha disposto la loro scarcerazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati