Quindici cani trasferiti dal Ragusano in Piemonte

RAGUSA. Quindici dei randagi catturati in contrada Pisciotto di Scicli, nel Ragusano, per le aggressioni del marzo 2009, che procurarono la morte di un ragazzo di 10 anni e sfregiarono una turista tedesca di 25 anni ferendola gravemente, sono stati trasferiti in Piemonte dove sono stati accolti da un struttura dell' Enpa specializzata nella riabilitazione e risocializzazione di animali in difficoltà.    Il trasferimento e il mantenimento dei cani sono a carico del Comune di Scicli.    "La storia dei cani di contrada Pisciotto è una storia a lieto fine - affermano in una nota congiunta Enpa e Lav - tuttavia in Sicilia il randagismo continua a essere un'emergenza.  Per questo motivo è urgente affrontare in modo concreto il problema in tutta la regione, ed è necessario che ognuno dei soggetti istituzionalmente coinvolti nella prevenzione e soluzione agiscano secondo l'ambito di propria competenza, ma - conclude la nota - in maniera sinergica e attraverso una strategia comune e uniforme sul territorio siciliano".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati