La Cgil porterà fiori nelle tombe senza nome a Lampedusa

LAMPEDUSA. Domattina una delegazione della Cgil porterà fiori sulle tombe dei "morti senza nome" sepolti a Lampedusa, dove un angolo del cimitero è stato dedicato ai migranti che hanno perso la vita nelle traversate dal Nordafrica all'isola delle Pelagie.    "E' il nostro modo di celebrare il 25 aprile - dice il segretario della Cgil siciliana, Antonio Riolo, che guiderà la delegazione di cui fanno parte il responsabile migrazione del sindacato, Pietro Milazzo, e due dirigenti della Fiom di Brescia -. Vogliamo sottolineare che questi migranti sono anche vittime del rigurgito neo fascista e capitalista che investe l'Europa".    "In questo luogo di frontiera - aggiunge Riolo - arrivano migranti in cerca di pane e libertà, del diritto a una vita dignitosa e a un mondo più giusto. Il 25 aprile è l'occasione per ricordare chi muore per affrancarsi dall'oppressione".    Lo scorso 2 aprile, nel pieno dell'emergenza immigrazione, la Cgil ha aperto a Lampedusa una sede del sindacato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati