Il Papa: accogliamo profughi e rifugiati dall'Africa

Benedetto XVI lo ha detto nel messaggio Urbi e Orbi dopo la messa di Pasqua. "Costretti a lasciare gli affetti più cari". Gli auguri del pontefice in 65 lingue

CITTA' DEL VATICANO. Bisogna accogliere con solidarietà profughi e rifugiati che, in questi giorni, arrivano dall'Africa. Lo ha detto il Papa, che nel messaggio Urbi e Orbi dopo la messa di Pasqua, ha rivolto il suo pensiero "ai tanti profughi e ai rifugiati, che provengono da vari Paesi africani e sono stati costretti a lasciare gli affetti più cari".
A loro, sono state le parole di Benedetto XVI, "arrivi la solidarietà di tutti; gli uomini di buona volontà siano illuminati ad aprire il cuore all'accoglienza, affinché in modo solidale e concertato si possa venire incontro alle necessità impellenti di tanti fratelli". Al termine della messa pasquale e prima di impartire la benedizione Urbi et Orbi, il Papa ha fatto gli auguri di Pasqua ai popoli e alle nazioni, in 65 lingue. Il Pontefice ha rivolto il suo messaggio di augurio anche in cinese, in arabo, in ebraico, in etiopico-eritreo, in hindi, in giapponese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati