Ciancimino: "Mio padre aveva ragione"

Il figlio dell'ex sindaco di Palermo nel giorno del suo fermo: "E' una battaglia dura e sono e sarò sempre più solo. Ho tanta paura"

BOLOGNA. "E' una battaglia dura e sono e sarò sempre più solo. Ho tanta paura". Questo l'sms che Massimo Ciancimino, fermato oggi per calunnia all'ex capo della polizia De Gennaro, ha inviato al blogger di "Impresa Palermo".    "Ho paura di dovere dare ragione a mio padre - ha aggiunto - sul fatto di potere combattere un sistema troppo grande. Mi diceva che ero un povero illuso, parlare non conviene. Se avessi taciuto su tutto, oggi non mi troverei in queste condizioni. Non conosco De Gennaro, non avrei nessun interesse a calunniarlo. Dovevo ascoltare i consigli di mio padre. Oggi saranno in tanti a gioire. Ho sempre letto i commenti cattivi su di me e nei blog".    "Non capisco il fermo - ha concluso - Vivo scortato. Dovevo essere ascoltato il 26 al processo Mori. Non mi sono mai sottratto a nessun provvedimento. Vivo sotto scorta"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati