Catania, inchiesta sui servizi sociali: slitta l'udienza

CATANIA. E' stata rinviata al prossimo 2 maggio, per un difetto nelle notifiche, l'udienza camerale davanti al Gup di Catania, Alba Sammartino, sulla richiesta della Procura di archiviare l'inchiesta su 27 persone indagate per presunte segnalazioni nelle nomine delle commissioni per l'assegnazione delle gare d'appalto per i Servizi sociali del Comune.     Tra loro c'é anche il sindaco, Raffaele Stancanelli, ma nella qualità di ex assessore regionale alla Famiglia della giunta dell'allora governatore Salvatore Cuffaro. Inizialmente la Procura aveva chiesto l'archiviazione per 32 indagati ma nei giorni scorsi ha cambiato la valutazione per cinque dipendenti del Comune per i quali ha chiesto il rinvio a giudizio per abuso d'ufficio, ma mantenuto la richiesta di archiviazione per gli altri.    La posizione 32 indagati era stata stralciata dal fascicolo originale che comprendeva 52 iscritti nel registro notizie di reato. La Procura aveva chiesto, inizialmente, la loro archiviazione ma il Gip si è opposto. Titolare dell'inchiesta con gli altri 20 indagati è il sostituto procuratore Lucio Setola.    Stancanelli era stato indagato per avere, nel 2006, indicato una persona di sua fiducia come componente di una commissione di gara d'appalto per un centro diurno per anziani in qualità di suo delegato. L'ex assessore e attuale senatore del Pdl ha sempre respinto ogni addebito affermando di "avere adottato iniziative legali che il ruolo mi consentiva nel pieno rispetto delle norme".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati