Frodi informatiche, tre denunce

JESI. Compra un telefono palmare su internet, ad un prezzo estremamente vantaggioso, e come altri prima di lui cade nella rete di tre truffatori specializzati in raggiri sul web: una coppia di romeni e una donna russa, denunciati per associazione per delinquere, truffa, sostituzione di persona e frode informatica. La vittima è un giovane di Staffolo (Ancona), che, dopo una serie di contatti via mail e telefono, aveva prenotato l'apparecchio pagandolo con una postepay. Dopo un mese, il telefonino non era ancora arrivato a destinazione, e l'interlocutore del ragazzo non rispondeva più al telefono. E' scattata la denuncia, e i carabinieri hanno scoperto che i tre stranieri avevano già messo a segno frodi analoghe in tutta Italia, Vallesina compresa, utilizzando una casella di posta elettronica rubata ad un navigatore pugliese. I denunciati sono F. P., 37 anni, romeno residente a Catania, una connazionale di 21 anni, M. N., residente in Romania ma di fatto domiciliata in Italia, e una russa di 56 anni che vive in Emilia Romagna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati