Pizzo a una ditta di fognature, condannato a Palermo

PALERMO. La seconda sezione del Tribunale di Palermo ha condannato a 6 anni e 8 mesi Silvio Mazzucco, accusato di estorsione aggravata in concorso. Il pm Caterina Malagoli aveva chiesto 9 anni. Il processo è uno dei tronconi derivati dall'operazione "Porta a porta" che nell'aprile del 2009 ha portato in carcere quattro persone che avrebbero chiesto il pizzo a un imprenditore edile siciliano titolare della società consortile aggiudicataria dell'appalto - per un milione 200 mila euro - per la manutenzione della rete fognaria di Palermo. I mafiosi avrebbero imposto all' imprenditore una quota pari al 3% del valore dell'appalto. Per questa vicenda sono stati già condannati dal gup di Palermo, Marina Petruzzella, Pietro Abbate a 8 anni, Filippo Burgio e Francesco Paolo Lo Iacono a 7 anni ciascuno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati