Droga nella Palermo bene: nove condanne e otto assoluzioni

Oltre 37 anni di carcere sono stati inflitti a otto persone che gestivano il traffico di stupefacenti

PALERMO. Oltre 37 anni di carcere sono stati inflitti a otto persone che gestivano lo spaccio di droga nella zona bene di Palermo. Sono stati invece assolti dal Gup di Palermo, Giuseppe Sgadari, altri otto arrestati nell'operazione 'Fulgor'.
La condanna più pesante è stata inflitta a GIUSEPPE VERNENGO, 9 anni e 4 mesi. A FRANCESCO GUIDA sono stati inflitti 6 anni e 8 mesi; a GIUSEPPE VERNENGO, 4 anni e 8 mesi; a GABRIELE MARRONE, 4 anni. Condannati anche SALVATORE ALES, a 2 anni; GIOACCHINO GUIDA, a 2 anni e 8 mesi; GIUSEPPE MELINA, a 3 anni; MARCO MESSINA, ad un anno e 8 mesi; GIROLAMO MINEO, a 2 anni.
Per tutti, il Gup ha escluso l'associazione per delinquere. Assolti: Francesco Ciaramitaro, Angelo Concialdi, Fabio Garofalo, Davide Montesano, Giuseppe Picciurro, Aurelio Radica, Giorgio Sgroi e Pietro Vernengo. Le intercettazioni dalle quali è partita l'operazione, messa a segno nel marzo dello scorso anno, hanno rivelato il 'codice' usato dagli spacciatori. Parlavano di "trasporto di olio", di "l'acquisto di macchine", della "ricerca di cd", della "lettura di capitoli e mezzi capitoli", mentre i personaggi coinvolti venivano chiamati 'caciocavallo', 'cavadduzzi' e 'vitellucci saporiti'. L'inchiesta è stata condotta dai pm Marzia Sabella ed Emanuele Ravaglioli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati