Sicilia, Cronaca

Prepara la parata per il sultano, ma arriva un imprenditore

Il sindaco di Caltanissetta, Michele Campisi, aveva preparato tutto in grande stile per accogliere in pompa magna l'emiro di Abu Dhabi, ma dopo in breve colloquio si è accorto che davanti a sè non aveva di certo l'ospite illustre che si aspettava

CALTANISSETTA. Aveva schierato gli agenti della polizia municipale in alta uniforme, facendo tirare a lucido il municipio e l'attiguo teatro Margherita che avrebbero dovuto accogliere il sultano di Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi. Ma il sindaco di Caltanissetta Michele Campisi, dopo un breve colloquio con "l'ospite illustre", si è accorto che davanti a lui non c'era il sultano bensì l'ingegnere Sultan Al-Zaabi, che ha delle attività nel settore della plastica ad Abu Dhabi e a Brescia. Un malinteso che ha creato imbarazzo tra le autorità presenti. L'errore del cerimoniale è stato chiarito non appena l'imprenditore si è presentato indossando un giubbotto, senza limousine e senza lo staff che si attendeva. Lo stesso Comune nei giorni precedenti aveva preannunciato con una nota ufficiale la presenza del sultano che si è rivelata solo un equivoco.    


Sultan Al-Zaabi era accompagnato dai collaboratori arabi Diya El Deen Abd Alqodar (che è il suo manager commerciale) e da Aboel Fata Bensa Mmod e dall'ingegnere Sebastiano Barresi, un palermitano che ha interessi economici negli Emirati Arabi sempre nel settore della plastica. La delegazione ha spiegato - parlando in arabo e in inglese - quali erano gli scopi della loro visita a Caltanissetta: "Creare un rapporto costante con delle aziende nissene che già operano nel settore della plastica. Di queste aziende ce ne sono diverse nella zona industriale di San Cataldo che sono affermate a livello internazionale".     Il sindaco, promotore dell'iniziativa, dopo avere superato l'imbarazzo ha detto "Sino ad ora a Caltanissetta abbiamo assistito ad un vero esodo di giovani nisseni che si trasferiscono altrove per cercare un posto di lavoro, adesso vogliamo provare a invertire questo flusso e fare arrivare nella nostra città imprenditori in grado di fare degli investimenti". Gli ospiti arabi sono andati poi via, salutati dai vigili in alta uniforme rimasti schierati per tutta la durata dell'incontro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati