Palermo, omicidio Romano: domani l'autopsia

Il cadavere del mafioso, ucciso con un colpo di pistola alla nuca, è stato trovato nel portabagagli di una Fiat Uno in via Titone. Gli investigatori non escludono che l'uomo possa essere stato interrogato e torturato prima di essere ammazzato

PALERMO. Sarà eseguita domani l'autopsia di Davide Romano, 34 anni, il mafioso ucciso con un colpo alla nuca e trovato morto nel portabagagli di una Fiat Uno, in mutande e incaprettato: con mani e piedi legati. ieri a Palermo. In mattinata sarà conferito l'incarico al medico legale, nel pomeriggio si procederà con l'esame autoptico. Prima però sul corpo sarà effettuata una radiografia total body per accertare l'eventuale presenza di fratture. Da una prima analisi è emerso che il volto di Romano presenta dei rigonfiamenti compatibili con l'esplosione del colpo alla nuca con cui è stato ucciso.    
Gli investigatori, però, non escludono che il mafioso del Borgo vecchio possa essere stato interrogato e torturato prima di essere ucciso. E' stato convocato per le prossime ore un vertice in procura dall'aggiunto Ignazio De Francisci a cui prenderanno parte i sostituti Marcello Viola e Roberta Buzzolani, insieme al comandante provinciale dei carabinieri Paolo Piccinelli per fare il punto sulle indagini. Gli investigatori ieri sera hanno sentito i parenti di Romano, tre fratelli e una sorella, compreso Francesco Paolo considerato elemento di spicco della famiglia mafiosa del Borgo Vecchio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati