Catania, trovati con falsi documenti: due arresti in aeroporto

In manette un nigeriano e un cingalese per violazione di norme sul contrasto al terrorismo internazionale

Sicilia, Cronaca

CATANIA. Un nigeriano e un cingalese in possesso di falsi documenti di identità sono stati arrestati dalla polizia di frontiera dell'aeroporto di Catania, per violazione di norme sul contrasto al terrorismo internazionale durante, durante dei controlli nello scalo aereo etneo.    
Noah Prince, 29 anni, nigeriano, proveniente da Malta, è stato trovato in possesso di documenti di riconoscimento falsi falsi validi per l'espatrio, per il reingresso e soggiorno in Italia. La presenza di un crescente numero di cittadini nigeriani che viaggiano nei paesi Europei esibendo passaporti e permessi di soggiorno  contraffatti, ha allertato il personale specializzato della Polizia di frontiera che ha elevato il livello d'attenzione. E' stato così scoperto che l'uomo era in possesso di un permesso di soggiorno mai rilasciato e che aveva un titolo di viaggio per stranieri e una carta d'identità contraffatti.    
Fernando Kalu Marakkalage, cingalese di 24 anni, è stato invece controllato al suo arrivo a Fontanarossa con un aereo proveniente da Parigi. Era in possesso di un permesso di soggiorno e di una carta d'identità contraffatte. Quest'ultima era stata realizzata con un documento in bianco rubato a Napoli nello scorso gennaio e per questo la polizia di frontiera di Catania gli ha anche contestato il reato di ricettazione.    
I due extracomunitari, su disposizione della Procura etnea, sono stati condotti in carcere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati