Ruby, udienza lampo: processo rinviato al 31 maggio

Aperto il procedimento a carico del premier Silvio Berlusconi per concussione e prostituzione minorile. In una lettera depositata dal suo legale, ha fatto sapere che avrebbe voluto 'partecipare', ma ha fatto presente di avere 'impegni istituzionali', consentendo comunque lo svolgimento senza alcun legittimo impedimento. I giudici lo hanno dichiarato contumace

MILANO. Un'udienza lampo quella che ha aperto il processo a carico del premier Silvio Berlusconi per concussione e prostituzione minorile. In una lettera depositata dal suo legale, ha fatto sapere che avrebbe voluto 'partecipare' all'udienza, ma ha fatto presente di avere 'impegni istituzionali', consentendo comunque lo svolgimento dell'udienza senza alcun legittimo impedimento. I giudici lo hanno dichiarato contumace. Ruby Rubacuori, hanno fatto sapere i suoi legali, ha deciso di non costituirsi parte civile. I legali del premier: da processo emergerà estraneità del presidente del Consiglio. Il processo è stato rinviato al 31 maggio per le questioni preliminari e la costituzione delle parti civili. Davanti al Palagiustizia milanese centinaia di troupe tv e cronisti anche dall'Australia, mentre si fronteggiano gli schieramenti di coloro che sostengono o condannano il premier.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati