Catania, prova a rubargli l'auto e lo uccide: condannato

La pena è di 30 di reclusione per Eros Salvo, il ventiduenne accusato di avere ucciso il 28 agosto del 2009 l'informatore scientifico Roberto Cavaleri, di 33 anni

CATANIA. E' stato condannato a 30 anni di reclusione Eros Salvo, il 22enne accusato di avere ucciso il 28 agosto del 2009 l'informatore scientifico Roberto Cavaleri, di 33 anni, nel tentativo di rubargli l'auto davanti casa sua.      
La sentenza è stata emessa, con il rito abbreviato, dal Gup di Catania, Marina Rizza, che ha comminato 16 anni a Santo Di Fini, dalle cui dichiarazioni è emerso movente e dinamica dell'omicidio, e due anni e sei mesi, per favoreggiamento personale, a Aurora De Luca. Il Gup ha assolto, dalla stessa accusa, il marito di quest'ultima e disposto il trasferimento degli atti alla Procura per valutare un nuovo capo d'imputazione. L'accusa è stata rappresentata in aula dai sostituti procuratori Pasquale Pacifico, Allegra Migliorini e Alessandro Sorrentino.   
Il giudice ha anche concesso il risarcimento di un euro ai genitori di Cavalieri, così come loro stesso avevano richiesto spiegando che volevano un gesto di giustizia simbolico perché non c'e cifra adeguata che può ripagarli per la perdita del loro amato figlio.     
Secondo la ricostruzione della polizia, la vittima, davanti al cancello di casa, a San Gregorio di Catania, avrebbe reagito al tentativo di rapina della sua auto, una Fiat Bravo, che serviva a un 'gruppo di fuoco' per eliminare Maurizio Arena, figlio del super latitante di mafia Giovanni. I sicari sarebbero dovuti entrare in azione subito dopo il furto della vettura, ma la resistenza di Roberto Cavalieri e la sua uccisione fece saltare il piano.    
All'omicidio hanno partecipato anche due minorenni che, l'11 novembre del 2010, sono stati condannati a 20 anni di reclusione ciascuno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati