Partinico, riduzione in schiavitù di immigrato: avvocato in manette

Fabio Trigali, 43, è stato arrestato dai carabinieri. Avrebbe segregato un giovane indiano di 38 anni nella sua campagna picchiandolo, minacciandolo di morte, sequestrandogli documenti e cellulare e facendolo vivere in condizioni miserabili

PARTINICO. Avrebbe segregato un giovane indiano di 38 anni nella sua campagna a Partinico (Pa), picchiandolo, minacciandolo di morte, sequestrandogli documenti e cellulare, facendolo vivere in condizioni miserabili: per questo i carabinieri, su ordine del gip, hanno arrestato l'avvocato civilista Fabio Tringali, 43 anni, con l'accusa di riduzione in schiavitù.   Nel novembre scorso l'indiano era riuscito dopo cinque mesi a fuggire dalla tenuta in contrada Volpe andando dai carabinieri per denunciare la drammatica storia.    Tornato nella tenuta sarebbe stato massacrato dal legale. Come scrivono alcuni quotidiani a carico dell'indagato vi sono alcune testimonianze dei vicini. Tringali, noto nell'ambiente forense, lo scorso dicembre aveva organizzato un convegno dal titolo: "Etica del dono ed eticità delle donazioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati