Agrigento, protesta dei netturbini: scoppia l'emergenza immondizia

La spazzatura che si sta accumulando in tutti i quartieri della città, con i marciapiedi e le strade ormai letteralmente invasi dai rifiuti

AGRIGENTO. Emergenza rifiuti ad Agrigento: la città della valle dei Templi è invasa dalla spazzatura per lo sciopero dei netturbini che rivendicano il pagamento degli stipendi degli ultimi tre mesi. E'l'ennesima crisi che investe i comuni dell'Ato Gesa 2 di Agrigento alle prese con una gravissima situazione economica e sull'orlo ormai del dissesto  finanziario. La spazzatura che si sta accumulando in tutti i quartieri della città, con i marciapiedi e le strade ormai letteralmente invasi  dai rifiuti.


Domani mattina i 400 lavoratori in sciopero protesteranno davanti alla prefettura. Sperano di essere ricevuti dal prefetto Francesca Ferrandino, alla quale chiederanno di sbloccare una situazione che "per noi - dicono i netturbini - da tre mesi senza stipendio, si fa sempre più drammatica".    Il sindaco Marco Zambuto, alcuni mesi fa, quando scattò l'emergenza, promise che l'amministrazione comunale avrebbe gestito direttamente la raccolta dei rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati