Sicilia, Qui Palermo

Cosmi: "Il derby è il regalo che mi ha chiesto la gente"

Il tecnico del Palermo ha raccontato la sua vigilia della sfida di domani a Catania. Per la gara recuperato Pinilla, con Miccoli probabilmente relegato in panchina. Fuori Ilicic, Migliaccio dovrebbe tornare a centrocampo

PALERMO. È stata una lunga vigilia per Serse Cosmi quella che ha anticipato il derby di domani a Catania. C’è stata la sosta per le nazionali e, dunque, il tecnico rosanero ha avuto più tempo per respirare il clima in città prima di questo match importante. «Mister, regalaci il derby. Per noi è come uno scudetto». È stata questa, come lo stesso Cosmi ha affermato oggi in conferenza stampa a Boccadifalco, l’unica richiesta che le orecchie dell’allenatore hanno ascoltato per strada, «da parte di qualsiasi persona, a prescindere dal ceto sociale». E poi dicono che i rossoazzurri avranno più motivazioni e più pressioni per vincere questa gara. «Già il fatto che la gente ci tiene tantissimo, significa che anche noi abbiamo molto da perdere. Noi ci teniamo quanto il Catania a questo derby, e se andiamo al Massimino a giocare con serenità, la perdiamo», ha tuonato Cosmi, che non ci sta a sentirsi dire che il Catania domani al fischio d’inizio delle 15 avrà più stimoli del Palermo.
Cosmi, dunque, cerca conferme dopo la vittoria sul Milan e prima di tutto fa il punto sui disponibili e sulla possibile formazione.
Pinilla recuperato, panchina Miccoli? Prima certezza, Pinilla c’è. «Mauricio può giocare ed è proponibile dal primo minuto. Per quanto riguarda gli uomini da far scendere in campo, i miei principali dubbi sono soprattutto in attacco. In questo reparto ho sempre avuto molte assenze. Ora, però, a poco a poco si stanno riprendendo tutti e quindi ho qualche incertezza. Ci saranno scelte dolorose per me e per qualcuno che rimarrà fuori». E la scelta dolorosa dovrebbe riguardare Fabrizio Miccoli. Difficile che Cosmi parta domani con due punte e il capitano potrebbe partire dall’inizio dalla panchina con Hernandez.

Fuori Ilicic, Migliaccio torna a centrocampo. Altra certezza, stavolta in negativo, l’assenza di Ilicic. Il forfait dello sloveno, dopo l’infortunio in nazionale, dovrebbe fare tornare all’ “antico” Giulio Migliaccio. «Sicuramente c’è la possibilità di vedere Migliaccio di nuovo a centrocampo. Peccato per Ilicic perché riusciva a darmi molto in quel ruolo. Mannaggia a me – scherza Cosmi - quando ho detto che con Migliaccio in difesa avevo trovato la quadratura del cerchio, perché ha portato male e Ilicic si è infortunato».

"Sotto stress rendo di più". Sempre col sorriso sulle labbra Cosmi commenta le parole di Zamparini che ha detto che il derby sarà una partita molto importante per il tecnico. «Non è vero, non erano queste le parole esatte. Comunque, essendoci per me poco tempo, è chiaro che il presidente si aspetta molto. Io mi sento sotto esame, ma questo per me è uno stato d’animo meraviglioso. Anche perché io ho reso sempre di più nelle condizioni di grande stress».

Quell'incrocio con Simeone. Cosmi, invece, alza la guardia facendo riferimento al rollino di marcia del Catania tra le mura amiche e ricorda un episodio spiacevole per lui quando allenava il Perugia e Simeone, ora tecnico degli etnei, segnò la rete decisiva per la Lazio in una gara dominata dagli umbri. «Storicamente negli ultimi anni il Catania ha dato grande valore al fattore campo e noi dovremmo stare attenti». «Incrocio con il Simeone calciatore? Lui ci segnò il gol decisivo in una partita che non meritavamo di perdere in casa con i biancocelesti. Parlo sempre bene di Materazzi, ma purtroppo quella gara l’abbiamo persa per un suo errore».

Il Palermo sa come giocherà il Catania. Se i rosanero dovranno stare attenti alla verve casalinga del Catania, dall’altro lato c’è un fattore a favore secondo Cosmi. «Noi dobbiamo essere preparati al loro atteggiamento tecnico e mentale, perché sappiamo quale sarà. E il fatto di saperlo è un vantaggio e quindi non dobbiamo farci trovare impreparati».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati