Ai domiciliari va su Facebook: torna in carcere

TREVISO. Arrestato per droga è stato messo ai domiciliari dal giudice ma non ha resistito a contattare gli amici attraverso Facebook e, violando il divieto di comunicare con l'esterno, è stato riportato in prigione.    Accade a Treviso - come riferisce Il Gazzettino - con protagonista Fabio Alvino, studente di 19 anni, finito in un inchiesta per traffico di una droga sintetica, il mefedrone, che veniva ceduto via internet come fertilizzante.    Il giovane è stato scoperto a inviare alcuni messaggi, con relativo commento degli amici, su Facebook spingendo la Procura di Treviso a procedere per la violazione dei contatti con terze persone per chi è sottoposto ai domiciliari.    Agli atti ci sono i messaggi in cui, nell'ipotesi di tornare in libertà, Alvino annunciava agli amici "un'estate da urlo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati