Stagione balneare a Palermo, 19 chilometri di costa vietati

È il risultato delle analisi dei campioni prelevati dall’Istituto di igiene e profilassi. Off-limits in un tratto di Mondello e di Sferracavallo. Niente bagni in via Messina Marine

PALERMO. Diciannove chilometri di costa palermitana vietati ai bagnanti. È il risultato delle analisi dei campioni prelevati dall’Istituto di igiene e profilassi che vieta la balneazioni in ampi tratti su tutto il litorale, così come riportato nella Gazzetta ufficiale che dà il via libera alla stagione estiva (dal primo maggio al 30 settembre) – come riportato nelle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola.
Per il capoluogo niente tuffi nei 400 metri di costa antistanti al circolo Lauria, in corrispondenza del cosiddetto Ferro di cavallo. E poi 300 metri a Barcarello (zona via Virgilio); 600 metri a vergine Maria (nelle vicinanze del molo); tre chilometri e 700 metri in via Messina Marine (tra Sant’Erasmo e la Bandita).
Nella Gazzetta viene specificato che ogni divieto può in ogni caso essere rideterminato se le condizioni di inquinamento dovessero mutare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati