Fiat, Termini: 4 aziende su 7 disponibili per incontro dal 28 marzo

Si sono dette pronte De Tomaso, Cape-Reva, Biogen e Ciccolella, mentre non hanno ancora dato ancora la loro disponibilità Newcoop, Einstein e Lima. Il primo giro di incontri si svolgerà al ministero di Via Veneto, potrebbero seguirne altri nel sito siciliano

TERMINI IMERESE. Quattro delle sette aziende dello short list per il rilancio del polo industriale di Termini Imerese, dove la Fiat chiuderà il suo stabilimento a fine anno, hanno dato la loro disponibilità a incontrare i sindacati a partire dal 28 marzo, ovvero dall'inizio della prossima settimana. Si sono dette pronte De Tomaso, Cape-Reva, Biogen e Ciccolella, mentre non hanno ancora dato ancora la loro disponibilità Newcoop, Einstein e Lima. Il primo giro di incontri si svolgerà al ministero di Via Veneto, potrebbero seguirne altri nel sito siciliano.   


E' quanto è emerso dal tavolo al ministero dello Sviluppo economico, tra Fiom, Fim, Uilm, Ugl Metalmeccanici e Fismic, Invitalia, Fiat e Regione Siciliana. All'incontro non ha partecipato il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, per impegni alla Camera dei deputati; il dicastero è stato rappresentato da Giuseppe Tripoli, capo del dipartimento per l'impresa e l'internazionalizzazione. Al termine dell'incontro l'amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, l'advisor del ministero ha detto: "Abbiamo chiesto a tutte le aziende di confrontarsi con i sindacati, già prima dell'incontro quattro hanno dato la loro risposta, dicendosi disponibili". Quanto alle altre tre, ha aggiunto, "ora insistiamo, confidiamo che risponderanno".   


Le quattro imprese che hanno detto sì sono, ha precisato, "Cape, De Tomaso, Ciccolella, Biogen", mentre si attende risposta da "Lima, Newcoop ed Einstein". Inoltre, ha spiegato: "Il calendario degli incontri parte dal 28 marzo, con un'azienda alla volta", gli appuntamenti "si terranno al ministero". Da parte del dicastero, Giuseppe Tripoli ha commentato con soddisfazione il tavolo, definendolo "un passaggio molto positivo". E ha precisato che "un primo giro d'incontri si svolgerà qui al ministero. Poi, se i sindacati e le aziende lo riterranno necessario, anche a Termini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati